Ricerca su Alzheimer, tumore al seno e alla prostata: fallimenti traslazionali ed importanza del monitoraggio dei risultati e dell’impatto della ricerca che viene finanziata

Francesca Pistollato 1,Camilla Bernasconi 1,Janine McCarthy 1,2,Ivana Campia 1,Christian Desaintes 3,Clemens Wittwehr 1,Pierre Deceuninck 1 and Maurice Whelan1

1European Commission, Joint Research Centre (JRC), 21027 Ispra, Italy 2Physicians Committee for Responsible Medicine (PCRM), Washington, DC 20016, USA 3European Commission, Directorate General for Research and Innovation (RTD), 1000 Brussels, Belgium

Animals 202010(7), 1194; https://doi.org/10.3390/ani10071194

Abstract

La demenza e il cancro stanno diventando sempre più diffusi nei paesi occidentali. Negli ultimi due decenni, la ricerca focalizzata sulla malattia di Alzheimer (AD) e il cancro, in particolare, il cancro al seno (BC) e il cancro alla prostata (PC), è stata sostanzialmente finanziata sia in Europa che nel mondo. Mentre i risultati della ricerca scientifica hanno contribuito ad accrescere la nostra comprensione della malattia, la prevalenza di queste condizioni degenerative croniche rimane molto elevata in tutto il mondo. Per definizione, nessun modello è perfetto. In particolare, i modelli animali di AD, BC e PC sono stati e sono ancora tradizionalmente utilizzati nella ricerca di base / fondamentale, traslazionale e preclinica per studiare i meccanismi delle malattie umane, identificare nuovi obiettivi terapeutici e sviluppare nuovi farmaci. Tuttavia, gli animali non modellano adeguatamente alcune caratteristiche essenziali della malattia umana; pertanto, spesso non sono in grado di aprire la strada allo sviluppo di farmaci efficaci nei pazienti. L’ascesa di nuovi strumenti e modelli tecnologici nelle scienze della vita e la crescente necessità di approcci multidisciplinari hanno incoraggiato molte iniziative di ricerca a livello interdisciplinare. Visti gli ingenti fondi investiti nella ricerca biomedica, sta diventando fondamentale definire e applicare indicatori per monitorare il contributo all’innovazione e l’impatto della ricerca che viene finanziata. In questo articolo vengono discussi alcuni dei problemi alla base del fallimento della traduzione nella ricerca su AD, BC e PC e viene illustrato come gli indicatori potrebbero essere applicati per misurare retrospettivamente i risultati e l’impatto della ricerca biomedica finanziata.

Link all’articolo: https://www.mdpi.com/2076-2615/10/7/1194